Segretari comunali: procedura accelerata per il prossimo corso-concorso

A Giugno 2019, oltre 1700 enti di ridotte dimensioni mancano del segretario titolare (dati dell'Unione nazionale dei segretari comunali). L’entrata in vigore della pensione anticipata prevista da Quota 100 – applicabile ai dipendenti pubblici a partire dal 1° Agosto di quest’anno – potrebbe aggravare ulteriormente la situazione.

Per questi motivi, a seguito dell’interrogazione dei deputati D’Alessandro e Ferri, il ministro per la Pubblica Amministrazione Dadone ha delineato le tre misure messe in campo dal Governo per fronteggiare la carenza di organico: una procedura di immissione accelerata per il prossimo corso–concorso, nuove modalità di convenzione tra i Comuni in materia di segreteria associata e rimodulazione delle fasce demografiche collegate all'inquadramento professionale dei segretari comunali.

In particolare, la priorità è rappresentata dalla necessità di provvedere a una semplificazione delle procedure di reclutamento e di procedere celermente all'indizione del settimo corso-concorso per l'iscrizione all'albo di 171 nuovi segretari. La ministra ha ricordato, a proposito, l’insediamento della Commissione di concorso per l'assunzione di 291 segretari, le cui prove scritte si svolgeranno entro la fine del corrente anno.
Infine è stato programmato l'avvio dell'ulteriore selezione dei 171 segretari che sarà bandita appena terminato l'iter di approvazione della relativa procedura.