RSA San Michele Hospital: salvi tutti i posti di lavoro

Nell’ambito della procedura di consultazione sindacale per la retrocessione dell’azienda “San Michele Hospital” – Residenza Sanitaria Assistenziale situata nella città di Aprilia – è stato raggiunto un accordo quadro tra l’azienda e le organizzazioni sindacali rappresentative. Per lo SNALV Confsal – comparto socio assistenziale – era presente la segretaria provinciale Tomassetti.

Dopo il fallimento dell’azienda e l’intervento della Curatela del Fallimento, finalmente i lavoratori possono lasciarsi alle spalle un periodo incerto e difficile. L’accordo, infatti, prevede il mantenimento di tutti i livelli occupazionali, sia del personale a tempo determinato che indeterminato, con conservazione del medesimo trattamento economico e normativo attualmente maturato ed acquisito, che sarà riconosciuto anche per il futuro.
Sebbene i contratti di lavoro saranno stipulati ex novo, tutti i lavoratori in forza manterranno lo stesso livello di inquadramento e il regime orario a tempo pieno o part-time.
E’ prevista, inoltre, per i lavoratori con anzianità di servizio maturata prima del 2015 l’applicazione della tutela “piena” ex art. 18 dello Statuto dei Lavoratori ante Jobs Act.

Resta, infine, a carico della Curatela del Fallimento la corresponsione di ogni emolumento relativo al rapporto di lavoro maturato da ogni singolo prestatore dalla data del Fallimento fino alla data di decorrenza dell’assunzione alle dipendenze della San Michele Hospital.