Richiesta chiarimenti al Ministro del Lavoro riguardo al D.L. Cura Italia

Il Testo della comunicazione inviata stamane.  

 

Al fine di garantire una copertura economica a tutti i lavoratori dipendenti del settore privato, la scrivente Organizzazione Sindacale reputa necessarie le seguenti tre correzioni o chiarimenti al Decreto Legge 17 Marzo 2020, n. 18:

  1. Prevedere che gli ammortizzatori sociali con specifica causale “Covid-19” siano riferibili anche ai lavoratori assunti alla data di entrata in vigore del D.L. 18/2020 (quindi, anche successivamente al 23 Febbraio 2020).
  2.      Eliminazione dell’obbligo preventivo (previsto dalla normativa generale) di “smaltimento” delle ferie e permessi residui, prima di poter accedere all’ammortizzatore sociale con specifica causale “Covid-19”. Tale disposizione produce effetti negativi non solo per i lavoratori, ma anche per le aziende costrette a corrispondere per intero la retribuzione globale spettante ai dipendenti.

  3. Chiarimento circa la possibilità per le imprese che rispettano i requisiti per la Cassa integrazione Straordinaria, di poter accedere alla cassa integrazione in deroga prevista dal D.L. 18/2020 con specifica causale “Covid-19”.

RingraziandoVi per l’impegno extra-ordinem assunto in questo periodo, rimaniamo a Vs completa disposizione.