Nuovo Decreto Ristori: le misure impellenti proposte dalla Confsal

A margine dell'incontro col neo Ministro del Lavoro Andrea Orlando, la Confsal ha presentato al Ministero una serie di misure urgenti e necessarie, da inserire auspicabilmente nel prossimo Decreto #Ristori in via di definizione.

👉 Proroga delle misure eccezionali (come la cassa integrazione, il blocco dei licenziamenti e le deroghe sui contratti a termine) fino alla riforma organica degli ammortizzatori sociali
👉 Indennità una tantum: confermare le indennità erogate dall’INPS, includendo anche altre categorie di lavoratori come gli agricoli, i lavoratori domestici, i co.co.co ed i liberi professionisti con riduzione di fatturato
👉 Proroga delle NASPI in scadenza tra Luglio 2020 e Febbraio 2021. Proroga del Reddito di Emergenza
👉 Congedi per i genitori lavoratori: prevedere un unico strumento utilizzabile in tutti i casi di sospensione dell’attività didattica in presenza dei figli minori di 14 anni
👉 Disoccupazioni agricole: garantire il trascinamento delle giornate prestate nell’anno 2019
👉 Lavoratori fragili: uno specifico capitolo (riportato nelle immagini allegate) è stato dedicato a questa categoria di lavoratori. Lo Snalv Confsal si sta occupando della loro tutela sin dall’inizio dell’emergenza. E’ necessario prevedere una modifica normativa all’art. 26 del Decreto Cura Italia e prorogare la tutela sino al completamento della campagna vaccinale dedicata a questi lavoratori.

I documenti inviati:
 
<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/E-J68sSXfEI" frameborder="0" allow="accelerometer; autoplay; clipboard-write; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture" allowfullscreen></iframe>