INPS, attivo online il servizio CIP per i lavoratori dipendenti

Con il messaggio n. 2970 del 2019, l’INPS rende nota l’avvenuta predisposizione del servizio di Consultazione Info Previdenziali (CIP) sul proprio portate istituzionale e sull’app INPS mobile. Il servizio è finalizzato a consentire al lavoratore la possibilità di accedere a una serie di informazioni relative al proprio rapporto di lavoro. Il servizio è riservato ai dipendenti del settore privato (non agricolo).

La finalità perseguita dall’Istituto è di garantire l’accessibilità totale dei dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini e forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche.

I lavoratori potranno così rilevare difformità tra il rapporto instaurato con il datore di lavoro e la situazione che quest’ultimo denuncia all’INPS per garantire il rispetto degli obblighi contributivi e fiscali.

Informazioni disponibili

Accedendo con il proprio PIN sull’apposita sezione del sito web o dell’APP “INPS mobile”, ciascun lavoratore può verificare, per ogni mese e per ogni datore di lavoro, i seguenti dati:

  • denominazione del datore di lavoro;
  • categoria di inquadramento contrattuale del lavoratore (dirigente, quadro, impiegato, operaio, etc.) e la tipologia del rapporto di lavoro (tempo indeterminato, tempo determinato, tempo pieno, tempo parziale, etc.);
  • retribuzione imponibile a fini previdenziali, con evidenza dell’eventuale imponibile eccedente il massimale;
  • presenza e l’ammontare di conguagli effettuati per assegni al nucleo familiare, distinti in arretrati e correnti, per permessi e congedi a tutela della maternità e della paternità, per periodi di malattia che danno titolo ad accredito figurativo.

La ricerca può essere effettuata per un periodo massimo di 18 mesi, ricompreso fra il periodo di paga gennaio 2010 e il secondo mese antecedente alla data della ricerca medesima.