Innovazione tecnologica: il 15% dei posti di lavoro è a rischio automazione

A causa dell'innovazione tecnologica, il 15,2% degli attuali posti di lavoro è «ad alto rischio di automazione», mentre un altro 35,5% potrebbe subire sostanziali cambiamenti nel modo in cui vengono svolti: in sostanza richiederanno mansioni molto diverse da quelle attuali.

E' quanto emerge dal report sul “Futuro del lavoro” dell'OCSE, che mette in guardia i governi europei sul probabile aumento delle disparità del mercato del lavoro: alcuni lavoratori, come i cd. atipici, affrontano rischi maggiori ed i lavoratori a bassa qualifica sono spesso esclusi da programmi di formazione.

Sebbene molti lavori scompariranno, sicuramente ne verranno creati altri: ma la transizione non sarà facile.
Senza un'azione immediata, si teme un ulteriore peggioramento della qualità del lavoro e delle disuguaglianze tra lavoratori.