Fondo FSBA: lo SNALV invia nota al Ministero ed all’INPS per un rapido intervento

Ritorniamo, a nostro malincuore, sulla vicenda del Fondo Artigianato #FSBA.

Mentre migliaia di lavoratori sono in preda all'ansia perchè rischiano di rimanere senza reddito, ci sono dei SINDACATI e delle associazioni datoriali che pretendono il pagamento dei contributi a un fondo gestito da “PRIVATI”, nonostante lo Stato abbia stanziato 80 milioni di euro di SOLDI PUBBLICI per pagare le integrazioni salariali dei lavoratori.

Secondo questi soggetti, le aziende dovrebbero versare, in questo momento di grave difficoltà, € 125,00 per ogni lavoratore e per ogni anno di attività (fino ad un massimo di 3 anni). Altrimenti, gli stessi lavoratori non potrebbero avere l’integrazione salariale!

Tantissime aziende che, a seguito del Decreto "Cura Italia", non possono accedere alla Cassa in Deroga MA solo ed esclusivamente a questo Fondo Bilaterale, sono state già costrette ad aderire al Fondo pur di non lasciar morire di fame i propri dipendenti.

Abbiamo inviato una missiva all'INPS ed al Ministero del Lavoro, per chiedere un rapido intervento.

È in gioco il pluralismo e la libertà sindacale previsto dalla Costituzione. 

L'Italia del "dopo coronavirus" non dovrà più permettere queste assurde e vergognose prese di posizioni.

Leggi qui la nota inviata in data 1 Aprile