Emilia Romagna: pazienti infetti da Covid nelle RSA, subito incontro in Regione

MODENA, 15/04/2020 – Serve un incontro urgente per stabilire un percorso di tutela specifico che includa anche gli operatori impegnati in prima linea. A chiederlo è lo Snalv Confsal Emilia Romagna e di Modena che proprio oggi ha scritto una lettera sia al presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, che all’assessore alle Politiche per la Salute, Raffaele Donini. “Nella nostra Regione - spiega nella missiva il segretario regionale Snalv Confsal, Vincenzo Paldino - si sono e si stanno verificando molti casi di contagio all’interno delle strutture adibite a Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA)  e purtroppo ci risultano anche molti contagiati tra il personale dipendente operante all’interno delle stesse.

In questo contesto, purtroppo, la nostra Regione ha visto il primo decesso di una giovane operatrice operante appunto in una RSA di Modena”.

“Siamo certi - prosegue Paldino - che la Regione non stia assolutamente sottovalutando tale fenomeno, che fra l’altro riguarda non solo l’Emilia-Romagna, ma allo stesso modo siamo molto preoccupati, sia per il personale operante all’interno delle stesse e sia per gli ospiti che purtroppo rappresentano una delle fasce maggiormente esposte al Coronavirus. Per quanto sopra - in qualità di Federazione Confsal rappresentativa dei lavoratori del comparto, nonché firmatari del Ccnl Anaste - ed al fine di poter intraprendere un proficuo confronto, nella gestione di questa straordinaria emergenza, con la presente siamo a richiedere un incontro urgente atto a mettere in campo tutte le azioni necessarie e possibili per tutelare il personale operante all’interno di queste strutture nonché gli ospiti”.            

Segreteria regionale SNALV Confsal Emilia Romagnasnalvconfsalregioneemiliaromagna@snalv.it