Bonus 1000€ INPS: riaperti i termini per la domanda di Agosto

Sono stati riaperti i termini per presentare la domanda dell’indennità di 1.000 € relativa al mese di Agosto.
Com’è noto, le domande scadevano lo scorso 13 novembre. Chi non l’ha mai presentata ora ha tempo fino al 15 Dicembre.
 
📌 FACCIAMO IL PUNTO.
Con il messaggio n. 4589 del 04/12/2020, l’INPS riepiloga le indennità previste dagli ultimi Decreti e le scadenze per le relative domande.
 
👉 SOGGETTI BENEFICIARI:
• lavoratori stagionali e lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
• lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
• lavoratori intermittenti;
• lavoratori autonomi occasionali;
• lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
• lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
• lavoratori dello spettacolo.
 
👉 INDENNITA’ PREVISTE DAI VARI DECRETI E SCADENZA DOMANDA
• 1.000€ ex art. 9 del decreto Legge n. 104 del 2020 (“Decreto Agosto”): scadenza domanda 15 dicembre 2020
• 1.000€ ex art. 15 del decreto Legge n. 137 del 2020 (“Decreto Ristori”): scadenza domanda 18 dicembre 2020
• 1.000€ ex art. 9 del decreto legge n. 157 del 2020 (“Decreto Ristori-quater”): scadenza domanda 15 dicembre 2020
 
👉 CHI DEVE PRESENTARE DOMANDA?
• Relativamente all’indennità del Decreto Agosto: devono presentare domanda coloro che non hanno beneficiato in precedenza dell’indennità prevista dal Decreto Rilancio.
• Relativamente all’indennità del Decreto Ristori: devono presentare domanda coloro che non hanno beneficiato in precedenza dell’indennità prevista dal Decreto Agosto.
• Relativamente all’indennità del Decreto Ristori-quater: devono presentare domanda coloro che non hanno beneficiato in precedenza dell’indennità prevista dal Decreto Ristori (al momento, questa domanda non è ancora “attiva” sul sito INPS).
 
👉 Dunque, chi ha già beneficiato in precedenza della relativa indennità NON DEVE presentare domanda. L’INPS provvede ad erogare automaticamente l’ulteriore indennità a chi l’aveva già ricevuta.