Al via la stabilizzazione degli LSU nei piccoli comuni

Arrivano nelle casse dei piccoli Comuni i primi contributi per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili per il 2019.

 Il ministero del Lavoro ha annunciato che sono stati trasmessi all'Ufficio Centrale del Bilancio gli ordini di pagamento del contributo, relativamente all'annualità 2019, per la stabilizzazione di lavoratori socialmente utili emessi a favore dei Comuni con meno di 5.000 abitanti

 L’importo è stato diviso in 3 tranche: la prima (pari a 971.454,99 euro) già erogata a fine Aprile. La seconda e la terza – appena arrivate – di importo superiore ai 3 milioni di euro.

 

Questo l’elenco di tutti i comuni beneficiari:

REGIONE

COMUNI fino a 5.000 abitanti

BASILICATA

Calciano, Sasso di Castalda

CALABRIA

Altilia, Andalì, Belmonte Calabro, Carfizzi, Carlopoli, Casali del Manco, Cirò, Cortale, Longobucco, Maierato, Mammola, Marcedusa, Melicuccà, Nardodipace, Paludi, Panettieri, Pentone, Rota Greca, San Calogero, San Fili, San Pietro Apostolo, San Pietro di Caridà, Stefanaconi

CAMPANIA

Andretta, Calabritto, Casal Velino, Ceraso, Contursi Terme, Faicchio, Magliano Vetere, Mugnano del Cardinale, Oliveto Citra, Perito, Pertosa, Pietrastornina, Quadrelle, Roccabascerana, Rofrano, San Martino Sannita, San Tammaro, Sant’Angelo a Cupolo, Sant’Angelo a Fasanella, Santa Lucia di Serino, Serre, Sperone, Valva

LAZIO

Amatrice, Atina, Borgorose, Castelliri, Cittareale, Falvaterra, Micigliano, Mompeo, Monte San Giovanni in Sabina, Pofi, Poggio Bustone, Salisano, Supino, Torri in Sabina, Villa Santo Stefano, Viticuso

MOLISE

Castelpetroso, Miranda, San Pietro Avellana, Sessano del Molise

SARDEGNA

Usini, Villanova Monteleone

SICILIA

Roccalumera